Roma, 17/06/2020

Comunicato Stampa in riferimento alle segnalazioni ricevute in merito alla presunta truffa del sig. Antonio Fiore

La Personal Shopper Premium srl (titolare del marchio Urcar!) sta subendo intimidazioni e attacchi a mezzo social, email e messaggistica relativa ad una presunto raggiro operato dal sig. Antonio Fiore, pur non avendo mai concluso alcun contratto, né incassato alcuna somma dalle persone che ad oggi stanno denunciando gli accadimenti e rilasciando dichiarazioni intimidatorie e non rispondenti a verità.

Urcar! prende totalmente le distanze dal sig. Antonio Fiore e da chiunque non operi nell’interesse del cliente e tutelerà i propri interessi, sia in sede civile che penale, per difendere la propria integrità e la propria immagine. 

Nei primi giorni del mese di giugno abbiamo ricevuto segnalazioni relative ad un presunto raggiro da parte del sig. Antonio Fiore, nei confronti di diverse persone. In queste segnalazioni ci veniva comunicato che il sig. Fiore si presentava come collaboratore ufficiale della Personal Shopper Premium Srl (titolare del marchio Urcar!), richiedendo tuttavia al cliente di sottoscrivere un contratto con la sua società (Fiorent Car di Antonio Fiore con sede legale in via Beulard, 6, 10139 Torino, P.i. 11938660013) invece che con la Personal Shopper Premium Srl (con sede legale in via Mario Bianchini, 60 00142 Roma P.i. 14827401002) e di conseguenza di effettuare bonifico su un conto Unicredit riconducibile alla sua stessa società e non alla nostra organizzazione.

Premettiamo che questa situazione sta creando enorme disagio alla nostra organizzazione e sta ledendo l’immagine che nel tempo stiamo creando, operando in piena trasparenza, con onestà e nell’interesse unico del cliente finale. Urcar! infatti ha come mission il raggiungimento della migliore soluzione sul mercato, avendo capovolto il modello tradizionale del mondo automotive e negoziando in maniera indipendente solo per il cliente, in assenza di altri interessi economici o di altro tipo (i consulenti non percepiscono provvigione dalle case locatrici, dai produttori o dalle concessionarie). In quest’ottica Urcar! nasce in antitesi a quei venditori che, pur di vendere, arrivano a nascondere informazioni e raggirano i clienti; Urcar! non trascura mai le esigenze del cliente e non ne tradisce mai la loro fiducia!”

Ciò premesso precisiamo che il sig. Antonio Fiore non è un nostro collaboratore. Invero fece istanza per aderire al modello Urcar!, in cui singoli consulenti possono gestire le negoziazioni ottenute dalla nostra organizzazione, dichiarando esperienza ed integrità, attivando così un’utenza sulla nostra piattaforma on line. Tuttavia, dopo poco tempo, non avendo superato neanche i requisiti minimi sia professionali che deontologici richiesti dal codice etico a cui facciamo riferimento (FEPECS), non gli è stato concesso l’ingresso ufficiale e anche la sua utenza è stata disabilitata. Come è evidente nessun contratto è stato sottoscritto con la Personal Shopper Premium Srl e nessun pagamento è stato effettuato sui conti correnti della nostra società. Se esiste un raggiro non è stato compiuto dalla nostra organizzazione, bensì da un soggetto che, sfruttando il marchio Urcar!, è riuscito a farsi pagare su un proprio conto e con un contratto diverso da quello della Personal Shopper Premium Srl.

Se il sig. Fiore avesse proseguito nell’utilizzo della piattaforma, come da procedura ufficiale utilizzata dai PCS Urcar!, al cliente sarebbe pervenuta contrattualistica a marchio Urcar! (chiamata ONM) e non già a marchio Fiorent Car e mai e in nessun modo gli sarebbe stato richiesto un compenso da erogare sul conto corrente personale del consulente.

Per questo motivo la nostra organizzazione prende totalmente le distanze dal sig. Antonio Fiore e da chiunque non operi nell’interesse del cliente e tutelerà i propri interessi, sia in sede civile che penale, per difendere la propria integrità e la propria immagine. 

In ultimo, seppure, è bene ribadirlo ancora una volta, Urcar! sia totalmente estranea alla vicenda del sig. Fiore e, anzi, abbia subito importanti danni di immagine, proprio per lo spirito che ha dato il via alla nostra organizzazione, in linea con la mission, la vision e i valori aziendali, nonché con il codice etico della FEPECS alla quale la Urcar! fa riferimento, ci siamo resi disponibili a trovare nuove soluzioni agli utenti che comunicano di aver ricevuto un raggiro e siano in grado di dimostrarlo in modo certo e inequivocabile.

Gli utenti sono invitati a seguire le seguenti indicazioni:

  • collegarsi al sito ufficiale www.urcar.it 
  • cercare tra le offerte disponibili (verificare solo lì le opportunità in maniera ufficiale) o richiedere una soluzione personalizzata
  • inviare un contatto dalla form del sito www.urcar.it 
  • utilizzare solo il portale urcar.it al link (gestionale.urcar.it) con le credenziali ricevute per gestire la negoziazione del veicolo
  • non inviare in alcun modo documenti se non quando richiesto e solo tramite piattaforma urcar!
  • non inviare denaro in alcun modo su conti personali a qualsiasi titolo a consulenti
  • Gli interessati potranno altresì scrivere direttamente all’indirizzo info@urcar.it

Urcar! troverà, ancora una volta, la migliore soluzione per il cliente.

Personal Shopper Premium Srl