Il parlamento tedesco ha preparato un quadro normativo che si preannuncia una vera e propria rivoluzione per le self-driving car.

Nel giro di un anno potremmo assistere ad un modo totalmente inedito di intendere i trasporti su strada. Tutto ciò grazie ad uno stato che, in Europa, sembra voglia giocare da apripista per la regolamentazione di una rivoluzionaria tecnologia: stiamo parlando delle auto a guida autonoma senza conducente. In  realtà, però, la rivoluzione sarebbe quasi tutta giuridica. Ormai, le driverless car non sembrano poi così futuristiche per via degli innumerevoli test, prototipi e ausili avanzati di assistenza alla guida, quest’ultimi già ampiamente utilizzati dalla maggior parte degli automobilisti. Ciò che ancora manca è un impianto giuridico adatto alla messa in strada di tali veicoli, capaci di cambiare totalmente le abitudini di milioni di persone. Immagina veicoli in grado di trasportare autonomamente sia i prodotti ordinati online che i pendolari. Stai pensando a quanto possa essere sicuro tutto ciò? Considera, in tal caso, che il maggior numero di incidenti su strada è riconducibile all’errore umano.

Tutto quello che c’è da sapere, in breve

Il governo tedesco ha già pronto il testo che creerebbe i prerequisiti per il funzionamento delle driverless car su strade pubbliche. Adesso, esso attende di essere presentato in parlamento. A quanto pare, si tratta di un impianto giuridico altamente ambizioso, dal momento in cui esso comprende normative atte a regolamentare non solo l’omologazione dei veicoli driverless, ma anche i requisiti nel traffico, i parametri delle infrastrutture di trasporto intelligenti, le tipologie di strade, le condizioni meteorologiche ed altro ancora. Ad ogni modo, la legge prevederebbe specifici limiti geografici entro i quali le auto a guida autonoma potranno viaggiare. A differenza del progetto americano, quello tedesco prevede esclusivamente la possibilità dell’intervento di un supervisore situato in un centro di controllo remoto. In questo modo, considerando l’assenza del pilota di backup, la Germania si propone di abbracciare self-driving car conformi al livello 4 di automazione.

Con un impianto normativo così minuzioso e ricco di specifiche tecniche, il progetto tedesco potrebbe diventare un importante trampolino di lancio per una regolamentazione europea.

 

Recommended Posts